Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Siamo una parte della Natura e della Terra. Vivi in sintonia com il tuo corpo e con la tua vita, con la Natura e con la Terra. Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto: tra gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens tratta con rispetto solo quelli che ti trattano con rispetto. Prendi dalla Natura e dalla Terra solo ciò che ti è necessario. Segui sempre i ritmi della Natura. Alzati e ritirati con il sole. Il senso della vita è la vita e non esiste alcuno "senso della vita" al di fuori della vita stessa ERGO chi cerca "il senso della vita" al di fuori del suo corpo e della sua vita è un animale malato che ha perso ogni rapporto con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra. AUT AUT O la vita come valore. O il denaro e il profitto come valore. AUT AUT O una società che abbia la vita come valore o una società che abbia il denaro e il profitto come valore. Il corpo è la mia grande ragione. Esso non dice IO. Esso fa IO. C'è più verità nel corpo che in tutte le religioni e le filosofie della Terra. Siamo una parte della Natura e della Terra. Vivi in sintonia com il tuo corpo e con la tua vita, con la Natura e con la Terra. Tratta tutti gli esseri viventi con rispetto: tra gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens tratta con rispetto solo quelli che ti trattano con rispetto. Prendi dalla Natura e dalla Terra solo ciò che ti è necessario. Segui sempre i ritmi della Natura. Alzati e ritirati con il sole. Il senso della vita è la vita e non esiste alcuno "senso della vita" al di fuori della vita stessa ERGO chi cerca "il senso della vita" al di fuori del suo corpo e della sua vita è un animale malato che ha perso ogni rapporto con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra. AUT AUT O la vita come valore. O il denaro e il profitto come valore. AUT AUT O una società che abbia la vita come valore o una società che abbia il denaro e il profitto come valore. Giamba2016 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Giamba2016
"Animale terreno consapevole" e/o "Genus fictus natura et historia" e/o "Io sono una forza del passato solo nella tradizione è il mio amore" sono tre modi diversi di dire la stessa cosa


Diario


13 dicembre 2017

Come creare una società in cui milioni di esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens non hanno più alcun rispetto per la loro vita e per la vita di tutti gli altri esseri viventi


1) Si prende come riferimento la frase di Joseph Goebbels, ministro della propaganda del regime nazista: "Basta ripetere una menzogna dieci cento mille volte e la menzogna diventa verità", sintesi straordinaria dell' attività secolare con cui gli ometti in tonaca hanno trasformato in verità colossali minchiate come dio, vita eterna, amore per il prossimo, morti che resuscitano, vergini che partoriscono, ricchi premi e cotillons dopo la morte, varie ed eventuali.

2) Si usano tutti i mass media per bombardare i cervelli degli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens, dalla culla alla tomba e da mane a sera, con la stessa colossale minchiata ripetuta dieci cento mille volte al giorno, : "Il consumo è la felicità ed il denaro che serve per consumare è il solo valore".

3) La colossale minchiata "Il consumo è la felicità ed il denaro che serve per consumare è il solo valore" ripetuta dieci cento mille volte al giorno diventa Verità.

4) Milioni di esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens con in testa il Dogma Assoluto: "Il denaro è il solo valore" si muovono freneticamente sul pianeta Terra disposti a tutto per avere denaro, senza più alcun rispetto per il proprio corpo e per la propria vita e per il corpo e per la vita di tutti gli altri esseri viventi.

P.S. Sotto alla foto sussidio pedagogico dal titolo wertmulleriano: "L'animale che delira ha creato il suo delirio più grande, la societàdelconsumodellaproduzioneedellusura, e va a produrre oggetti inutili e/o addirittura dannosi per guadagnare soldi con cui comprare oggetti inutili e/o addirittura dannosi: l'animale che delira non ha più l' aria per respirare".


bimboserenoesorridenteperchèconsapevoledellarealtà



SUSSIDIO PEDAGOGICO

L'animale che delira ha creato il suo delirio più grande,
la societàdelconsumodellaproduzioneedellusura,
e va a produrre oggetti inutili e/o addirittura dannosi per guadagnare soldi con cui comprare oggetti inutili e/o addirittura dannosi: l'animale che delira non ha più l' aria per respirare.

Gli altri animali vedono nell'uomo
un essere simile a loro
che ha perso il sano intelletto animale:
vedono nell' uomo
l'animale che delira
(Friedrich Wilhelm Nietzsche)

Friedrich Wilhelm Nietzsche definiva l' Homo Sapiens Sapiens l' animale che delira, l'animale che ha perso il sano intelletto animale, e le frenetiche e dissennate attività di questa specie sulla Terra, che stanno letteralmente distruggendo le condizioni naturali che permettono la vita sul pianeta, mostrano in modo chiaro ed inequivocabile quanto quella definizione sia valida.

Ma se è vero come è vero che l' Homo Sapiens Sapiens è l'animale che delira, l' animale che ha perso il sano intelletto animale, una realtà oramai chiara, trasparente ed indiscutibile considerando il modo in cui questa specie sta riducendo la Natura, quella Natura di cui è una parte e di cui ha bisogno per vivere, come tutte le specie viventi, fino a mettere a repentaglio non solo la sua vita ma la vita sulla Terra tout court è lecito chiedersi: "Quando e perchè è cominciato questo delirio ? Quando e perchè la specie Homo Sapiens Sapiens ha iniziato a smarrire il sano intelletto animale ?"

Deve esserci stato qualcosa di forte e violento che ha alienato la specie Homo Sapiens Sapiens dal suo corpo e dalla sua vita, dalla Natura e dalla Terra, facendole smarrire il sano inteletto animale, quel sano intelletto animale che appartiene istintivamente e naturalmente a tutte le specie viventi e a tutti gli animali, fino a trasformare gli esemplari della specie Homo Sapiens Sapiens in "animali che delirano".

Qualcosa di veramente forte e violento, se è riuscito addirittura a portare un essere vivente, un animale sano istintivamente e naturalmente in sintonia con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra, ad alienarsi dalla naturale ed istintiva sintonia con se stesso, con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra, che è la condizione naturale e necessaria, la conditio sine qua non per vivere in modo sano e naturale sul pianeta Terra.

Ma se è vero, come è vero, che solo la specie Homo Sapiens Sapiens è la specie animale che delira, che ha perso il sano intelletto animale, per comprendere perchè questa specie delira, perchè ha perso il sano intelletto animale, all'origine di questo delirio ci sarà sicuramente qualcosa di diverso dalle altre specie, che appartiene solo e soltanto alla specie Homo Sapiens Sapiens

ergo

per capire dove sia l' origine di quel delirio basta chiedersi cos'è che contraddistingue la specie Homo Sapiens Sapiens dalle altre specie animali.

A contraddistinguere la specie Homo Sapiens Sapiens dalle altre specie non è sicuramente la natura di animale che nasce, vive, si riproduce e muore, di fenomeno naturale e parte della Natura che come tutti gli esseri viventi può vivere solo e soltanto nella Natura ed in presenza di situazioni ambientali e naturali che consentano la vita. perchè queste caratteristiche naturali appartengono necessariamente ed ineluttabilmente alla specie Homo Sapiens Sapiens così come appartengono necessariamente ed ineluttabilmente a tutte le altre specie viventi

anche se la specie Homo Sapiens Sapiens ha creato un' immagine delirante di se stessa come "specie spirituale", come dotata di una presunta ed ipotetica "anima", di un presunto ed ipotetico "spirito" che la renderebbe eterna ed immortale, e stravolta da questo delirio ha dipinto se stessa come "spirituale", quindi superiore a tutte le altre specie viventi, e destinata in quanto "spirito" a forgiare la Natura e la Terra, che sarebbero invece solo "vile e volgare materia".

Ma è proprio questo il punto da cui partire per rispondere alla domanda che ci siamo posti.

E' proprio questo il delirio della specie Homo Sapiens Sapiens, quello che ha reso l' Homo Sapiens Sapiens l' animale che delira, l' animale che ha smarrito il sano intelletto animale: la creazione di un' immagine di se stesso che non ha alcuna corrispondenza con la sua realtà naturale di essere vivente, di animale che nasce, vive, si riproduce e muore, che è fenomeno naturale e parte della Natura, che come tutti gli esseri viventi può vivere solo e soltanto nella Natura ed in presenza di situazioni ambientali e naturali che consentano la vita.

Il delirio della specie Homo Sapiens Sapiens è il delirio di una specie vivente come tutte le altre, che come tutte le altre, nasce, vive, si riproduce e muore, che è fenomeno naturale e parte della Natura, che come tutti gli esseri viventi può vivere solo e soltanto nella Natura ed in presenza di situazioni ambientali e naturali che consentano la vita

che però delira di se stessa come "spirituale", come dotata di una presunta ed ipotetica "anima", di un presunto ed ipotetico "spirito" che la renderebbe eterna ed immortale, e stravolta da questo delirio ha dipinto se stessa come "spirituale", quindi superiore a tutte le altre specie viventi, e destinata in quanto "spirito" a forgiare la Natura e la Terra, che sarebbero invece solo "vile e volgare materia".

E' quello il delirio che ha reso l' Homo Sapiens Sapiens l' animale che delira, il delirio che ha fatto smarrire il sano intelletto animale ad un animale sano istintivamente e naturalmente in sintonia con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra, fino a farlo giungere ad alienarsi dalla naturale ed istintiva sintonia con se stesso, con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra, che è la condizione naturale e necessaria, la conditio sine qua non per vivere in modo sano e naturale sul pianeta Terra.

Ma a questo punto se abbiamo compreso qual è il delirio che ha reso l' Homo Sapiens Sapiens l' animale che delira, che ha condotto l'Homo Sapiens Sapiens Sapiens a smarrire il sano intelletto animale, non abbiamo però ancora risposto alla domanda che ci siamo posti

perchè non abbiamo capito cosa ha prodotto questo delirio, quale circostanza, quale causa sia stata così forte e violenta da portare addirittura un essere vivente, un animale sano istintivamente e naturalmente in sintonia con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra, ad alienarsi dalla naturale ed istintiva sintonia con se stesso, con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra, che è la condizione naturale e necessaria, la conditio sine qua non per vivere in modo sano e naturale sul pianeta Terra.

La domanda da porsi è dunque: "Perchè la specie Homo Sapiens Sapiens ha creato questa immagine delirante di se stessa come "spirituale", come dotata di una presunta ed ipotetica "anima", di un presunto ed ipotetico "spirito" che la renderebbe eterna ed immortale, e poi, stravolta da questo delirio che l' ha portata a dipingere se stessa come "spirituale", quindi superiore a tutte le altre specie viventi, si è proposta in modo delirante come destinata in quanto "spirito" a forgiare la Natura e la Terra, che sarebbero invece solo "vile e volgare materia" ?

Per arrivare alla risposta basta partire di nuovo dal presupposto della differenza naturale e reale tra specie Homo Sapiens Sapiens e altre specie viventi, basta rilevare che questo "delirio spirituale" appartiene solo e soltanto alla specie Homo Sapiens Sapiens

ergo

per capire perchè la specie Homo Sapiens Spaiens ha creato questo delirio bisognerà chiedersi cosa contraddistingue naturalmente e realmente la specie Homo Sapiens Sapiens dalle altre specie viventi, e non quello che la specie Homo Sapiens Sapiens, nel suo deliro, ritiene che la distingua dalle altre specie viventi.

Quello che distingue naturalmente e realmente la specie Homo Sapiens Sapiens dalle altre specie viventi non è certamente la condizione di essere vivente e di animale, perchà la specie Homo Sapien Sapiens, come tutti gli esseri viventi e come tutti gli animali nasce, vive, si riproduce e muore ed è un fenomeno naturale e una parte della Natura, che come tutti gli esseri viventi può vivere solo e soltanto nella Natura ed in presenza di situazioni ambientali e naturali che consentano la vita.

Quello che distingue naturalmente e realmente la specie Homo Sapiens Sapiens dale altre specie viventi è la "consapevolezza della sua condizione naturale", la consapevolezza che la specie Homo Sapiens Sapiens ha, e le altre specie viventi non hanno, della sua condizione naturale: ogni esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens sa che nasce, vive, si riproduce e muore, ogni esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens è consapevole della realtà naturale della vita e della morte, della naturale precarietà dell' esistenza e della naturale estraneità dell' altro, e questa consapevolezza lo angoscia.

Ed è proprio l' angoscia che nasce da quella consapevolezza quello che cercavamo per rispondere alla nostra domanda, perchè è proprio quell' angoscia la "cosa forte e violenta" che ha portato un essere vivente, un animale sano istintivamente e naturalmente in sintonia con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra, ad alienarsi dalla naturale ed istintiva sintonia con se stesso, con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra, che è la condizione naturale e necessaria, la conditio sine qua non per vivere in modo sano e naturale sul pianeta Terra.

Tutto è iniziato allorchè il primo esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens, a seguito della naturale evoluzione del suo organo cerebrale, di fornte ad un altro esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens morto, è stato in grado di operare la dedzione logica: "Se lui è morto, io che sono simile a lui, morirò come lui", ed è giunto alla consapevolezza della sua morte, alla consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte.

Quella consapevolezza della propria morte, quella consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte ha generato angoscia, e per cancellare quell' angoscia la specie Homo Sapiens Sapiens ha costruito delle illusioni, dei deliri che cancellassero la consapevolezza della morte, la consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte che generava quell' angoscia.

Un' anima eterna ed una vita eterna per cancellare la realtà naturale della vita e della morte.

Un essere soprannaturale onipotente onniosciente ed onnitutto che opportunamentente sollecitato con rituali e preghiere aiuta e provvede per cancellare la realtà della naturale precarietà dell' esistenza.

L'amore per il prossimo, l'idea delirante che ogni esemplare della specie Homo Sapiens sia interessato ad ogni altro esemplare della specie Homo Sapiens Sapiens per cancellare la realtà naturale della assoluta estraneità dell' altro.

Questi tre deliri, nati per cancellare l' angoscia generata dalla consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte sono in breve divenuti parte integrante del pensiero umano, portando la specie Homo Sapiens Sapiens a creare e dipingere un' immagine delirante di se stessa, come "eterna ed immortale", come "dotata di anima", come "in rapprto con un essere soprannaturale", come"spirituale" , quindi superiore a tutte le altre specie viventi, che invece sarebbero materiali e mortali, vile e volgare materia, per poi proporsi in modo delirante come destinata, in quanto "spirito", a forgiare la Natura e la Terra, che sarebbero invece solo "vile e volgare materia".

Questi tre deliri, nati per cancellare l' angoscia generata dalla consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte, sono riusciti addirittura a portare un essere vivente, un animale sano istintivamente e naturalmente in sintonia con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra, ad alienarsi dalla naturale ed istintiva sintonia con se stesso, con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra, che è la condizione naturale e necessaria, la conditio sine qua non per vivere in modo sano e naturale sul pianeta Terra.

Dopo questi tre deliri, dopo il delirio della "specie eterna ed immortale", "dotata di anima", "in rapporto con un essere soprannaturale" e "spirituale", la specie Homo Sapiens Sapiens è naturalmente restata quello che è, e cioè una specie animale come le altre, composta da esemplari che nascono, vivono, si riproducono e muoiono, un fenomeno naturale e parte della Natura che come tutti gli esseri viventi può vivere solo e soltanto nella Natura ed in presenza di situazioni ambientali e naturali che consentano la vita

ma ha cominciato a rappresentare se stessa come "specie eterna ed immortale", "dotata di anima", "in rapporto con un essere soprannaturale" e "spirituale" ergo come qualcosa di "superiore" a tute le altre specie viventi, destinata "in quanto spirito" a forgiare come vuole la Natura e la Terra, che sarebbero invece "vile e volgare materia"

e ha cominciato ad operare sulla Terra avendo come presupposto quella visione delirante di se stessa, come "specie eterna ed immortale", "dotata di anima", "in rapporto con un essere soprannaturale" e "spirituale" ergo come qualcosa di "superiore e distaccato" dalla Natura e dalla Terra, che può e deve forgiare come vuole la Natura e la Terra, che per qualla visione delirante sono solo vile e volgare materia

inziando a compiere tutte quelle attività dissennate e frenetiche che non tengono conto della realtà della Natura e dei fenomeni naturali, che non rispettano le leggi della Natura e devastano le condizioni ambientali che permettono la vita sulla Terra, quelle dissennate e frenetiche attività contro natura che stanno letteralmente distruggendo le condizioni naturali che permettono la vita sul pianeta.

La specie Homo Sapiens Sapiens è divenuta specie animale che delira e sta devastando la Natura e la Terra perchè ha perso il sano intelletto animale, e lo ha perso perchè stravolta dal suo delirio di essere "specie eterna ed immortale", "dotata di anima", "in rapporto con un essere soprannaturale" e "spirituale"

un delirio nato per cancellare l' angoscia generata dalla consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte

ha dimenticato di essere una specie animale come le altre, composta da esemplari che nascono, vivono, si riproducono e muoiono, ha dimenticato di essere un fenomeno naturale e una parte della Natura, che come tutti gli esseri viventi può vivere solo e soltanto nella Natura ed in presenza di situazioni ambientali e naturali che consentano la vita

La specie Homo Sapiens Sapiens è divenuta specie animale che delira e sta devastando la Natura e la Terra perchè ha perso il sano intelletto animale, e lo ha perso perchè, stravolta dal suo delirio di essere "specie eterna ed immortale", "dotata di anima", "in rapporto con un essere soprannaturale" e "spirituale"

un delirio nato per cancellare l' angoscia generata dalla consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte

ha cominciato ad operare sulla Natura e sulla Terra non più con il naturale ed istintivo ripetto per la Natura di chi vive in sintonia con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra, di chi sa di essere un fenomeno naturale ed una parte della Natura che può vivere solo all' interno della Natura

ma avendo come presupposto il suo delirio di "essere spirituale" e quindi di potere e dovere fare quel che vuole della Natura della Terra, di poterle forgiare come vuole, perchè Natura e Terra, per quel "delirio spirituale" sarebbero vile e volgare materia.

La specie Homo Sapiens Sapiens, la specie animale che delira e sta devastando la Natura e la Terra, può smettere di delirare, recuperare il suo sano intelletto animale e smettere di devastare la Natura e la terra

solo e soltanto tornando in sintonia con il suo corpo e con la sua vita, con la Natura e con la Terra

solo e soltanto tornando alla consapevolezza della realtà naturale della vita e della morte

solo e soltanto tornando a vedere se stessa come una specie animale come le altre, composta da esemplari che nascono, vivono, si riproducono e muoiono

solo e soltanto tornando a considerare se stessa per quel che è, cioè un fenomeno naturale ed una parte della Natura

solo e soltanto tornando a considerare se stessa come una specie vivente come tutte le altre, che come tutte le specie viventi può vivere solo e soltanto nella Natura ed in presenza di situazioni ambientali e naturali che consentano la vita

perchè solo e soltanto in tal guisa l' attività della specie Homo Sapiens Sapiens nella Natura e sulla Terra tornerà ad essere un attività sana e naturale, in sintonia con la Natura e con la Terra, che rispetti la Natura e la Terra, le condizioni ambientali e naturali che permettono la vita sulla Terra.

L'animale che delira ha creato il suo delirio più grande,
la societàdelconsumodellaproduzioneedellusura,
e va a produrre oggetti inutili e/o addirittura dannosi per guadagnare soldi con cui comprare oggetti inutili e/o addirittura dannosi: l'animale che delira non ha più l' aria per respirare.

Gli altri animali vedono nell'uomo
un essere simile a loro
che ha perso il sano intelletto animale:
vedono nell' uomo
l'animale che delira
(Friedrich Wilhelm Nietzsche)




permalink | inviato da _Giamba_ il 13/12/2017 alle 17:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     novembre   <<  1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10  >>  
 
 




blog letto 2540058 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

diario
Terapia intensiva di disintossicazione musicale
MoVimento Cinque Stelle
Coglioni e coglionatori
Specchietti per le allodole
I misteri della poltica
Le donne e l'amore
Buone notizie
Una risata vi seppellirà
I teoremi dello zio Giamba
Ma quanto so' buoni 'sti ebrei !
L'arte che mi piace
Il cinema che mi piace
Signoraggio bancario
Altra informazione
Il lento ma inesorabile degrado dei sinistri
Ogni comunità è sempre e comunque una mafia
I contributi di Giovan Maria Catalan Belmonte
Mi beo degli zotici
Angoscia. illusione, mistificazione, controllo
Il paese della libertà ? Maddechè ?
Friedrich Wilhelm Nietzsche
Max Stirner
Detti e citazioni latine
Comunicando con gli altri bloggers
Zia Democra
I Taliani
Cultura identitaria
AUT AUT O la vita come valore o il denaro come valore
Il cristianesimo è un delirio contro natura
L'unica realtà che esiste è l'individuo
Pier Paolo Pasolini
I coatti mentecatti della società dei consumi
L’ insostenibile leggerezza dell’ essere
Il gioco E’ le sue regole
Il pericoloso delirio della Fede nell’ Umanità;
Uscire fuori dalla logica economica
Chi crede avvelena anche te ! Digli di smettere !
Il virus Rousseau
Nativi americani
Buffoni di corte
Ezra Pound
Mio figlio è un uomo di successo ! Mi dispiace signora...
Arguti cialtroni
La televisiun la t'endormenta come un cujun
La società umana o è patriarcale o non è
Totò
Vaticano S.P.A.
Pantelleria
Ma l'Italia è in grado di dare nutrimento a tutti 'sti immigrati ?
Habere non haberi
Teste di prete
Apologia dello stronzo
Don Matteo Renzie: il pretino democristiano
Luigi Pirandello
Julius Evola
Sub specie aeternitatis
Mass media e manipolazione
Change.org

VAI A VEDERE

Giamba Facebook
Giamba Twitter
Il fatto quotidiano
Change
Wikileaks
NO TAV
Anticapitalismo
Altra Informazione
Cambiare stile di vita
Manifesto antimodernità
Lettera del capo indiano Seattle al presidente USA


 

 

Tutti i miei posts sono pubblicati

anche sul mio profilo facebook

www.facebook.com/giamba.pellei  

 

 

Il corpo è la mia grande ragione.

Esso non dice IO.

Esso fa IO.

C'è più verità nel corpo

che in tutte le religioni e le filosofie

della Terra.

L'unica realtà che esiste è l'individuo.

La cosiddetta "comunità" 

è un'invenzione di ricchi e potenti,

ed è sempre e comunque una mafia,

creata per annichilire gli individui,

omologarli in un gregge

e portarli tutti insieme a tosare

per far lana per il padrone.

 

CERCA